Quando un brano o un esercizio non ti riesce...

Ti è mai capitato di bloccarti mentre stavi provando un vocalizzo o un passaggio di un brano? A me è capitato molte volte!

Se sei un cantante o aspirante tale, sicuramente ti sarai trovatə di fronte a delle difficoltà “tecniche” che ti hanno bloccatə o rallentatə durante una sessione di studio. Ciò potrebbe capitare con un esercizio, un particolare vocalizzo, un passaggio di un brano e via dicendo…

Quindi tieni sempre a mente queste regole e vedrai che la situazione alla fine si sbloccherà! 

Quando un brano o un esercizio non ti riesce

Inizia la seconda stagione del podcast!

5 regole d’oro per riuscire a fare un vocalizzo o un brano che non ti riesce

1. Registrati

Mentre stai studiando un brano oppure quando stai eseguendo un esercizio prendi l’abitudine di filmarti e, successivamente, di  riguardare la registrazione. Mi raccomando è molto importante! Questo ti aiuterà tantissimo ad identificare gli atteggiamenti scorretti sia posturali che vocali.

Mi rendo conto che il fatto di riascoltarsi e rivedersi all’inizio può generare un po’ di disagio…e questo lo riscontro sempre nei miei allievi. Il motivo di tale “fastidio” sta nel fatto che la percezione che abbiamo della nostra voce durante il parlato e quindi anche durante il canto, non è la stessa di quando la riascoltiamo registrata.

Risentire il nostro suono solitamente non ci piace, possiamo provare addirittura una sensazione di disgusto, come se non ci riconoscessimo in quella voce e in quel timbro, come se fosse un qualcosa di estraneo a noi. Il risultato è spesso il rifiuto di riascoltarsi perché si teme di rivivere quelle sensazioni di disagio nei confronti della nostra voce e temiamo che anche gli altri possano giudicare il nostro suono brutto e sgradevole all’ascolto.

Ma tieni presente che ti stai registrando puramente a scopo “didattico” e, a meno che tu non voglia coinvolgere all’ascolto il tuo insegnante (cosa che ti consiglio vivamente 😉), nessun altro, a parte te stesso, avrà accesso a quel video! 

Inoltre ricorda che non sei l’unicə ad avere questo timore, infatti, a meno che  tu non abbia un’autostima al di sopra della media, generalmente è abbastanza normale essere ipercritici nei confronti di noi stessi e, il più delle volte, in modo del tutto insensato!

Ma, in conclusione, quali possono essere i vantaggi nel riascoltare la registrazione della nostra voce a prescindere che quel suono possa piacerci o meno?

  1. Capire dove stiamo sbagliando, sia a livello tecnico che interpretativo, quindi identificare facilmente tutte le “imperfezioni” che durante la performance non riusciamo a percepire nell’immediato.
  2. Identificare lo stato d’animo trasmesso durante il nostro canto, ovvero capire se il nostro suono era teso, forzato oppure fluido e senza tensioni.
  3. Riportare delle migliorie dal un punto di vista interpretativo: capire se un determinato passaggio è stato più o meno incisivo, se l’intenzione che ho trasmesso attraverso il mio suono è effettivamente quella che intendevo comunicare e via dicendo.

Infine ti consiglio di registrarti anche mentre esegui i vari esercizi e vocalizzi, ti assicuro che questo ti sarà molto utile per correggere e identificare tutti i tuoi atteggiamenti vocali scorretti.

Quindi da oggi in poi telefono alla mano! Perché diciamocelo, non serve uno studio di registrazione per gli scopi suddetti 😉 e inizia a registrarti! Sempre, il più possibile…Ti garantisco che questo ti farà crescere tantissimo!

2. Tieni d’occhio il campanello d’allarme della fatica.

Se canti ma percepisci fatica, fastidio, cerca di identificare il punto o i punti esatti del tuo corpo in cui percepisci questo disagio e prova a modificare la tua postura, il sostegno o la posizione del suono finché non sentirai che questo fastidio sparisce.

I blocchi nel canto, a meno che non ci sia alla base un problema fisiologico, sono dovuti a particolari pensieri “limitanti”, consci o inconsci, emozioni che si manifestano attraverso il nostro corpo con l’azione di alcuni muscoli che entrano in tensione e vanno a costringere, limitare e ostacolare l’emissione del nostro suono.

Questa tensione muscolare che può essere dovuta a pensieri/emozioni legate allo stress, a particolari eventi della nostra vita o a determinate “autoconvinzioni” sulla nostra voce genera disagio e fatica nel canto anziché quello che dovrebbe essere: piacere, benessere e soprattuto libertà!

I blocchi quindi si manifestano in diversi modi:

  • Difficoltà di emissione del suono che risulta spesso debole, soffiato.
  • Difficoltà nel produrre e gestire le note alte.
  • Difficoltà nel gestire l’aria su tutta la frase musicale.
  • Difficoltà nell’esporsi e nel far sentire la propria voce agli altri.

Come possiamo gestire e superare questi blocchi?

Una delle prime cose che devi fare quando senti fatica e ti senti a disagio mentre stai cantando è, come ti accennavo all’inizio, quella di osservarti, non solo visivamente ma anche attraverso le tue sensazioni partendo dalle cose “tangibili”: 

Com’è posizionato il tuo corpo? La schiena è rigida? Come sono le spalle? Cosa senti a livello del torace? I muscoli del collo e del viso sono contratti? La mandibola è bloccata? Com’è la tua respirazione?

Analizza tutto ciò che senti: molte volte, mentre siamo cantando, percepiamo fatica ma non riusciamo a capire esattamente il luogo di questo disagio. Quindi chiudi gli occhi e concentrati sulle tue sensazioni.

Utilizzare uno specchio potrebbe aiutarti a “monitorare” la tua postura perché andrai ad osservarti visivamente durante il canto. Tuttavia una cosa che ho sperimentato personalmente, e che ti consiglio di non sottovalutare, è il fatto di filmarti mentre canti. 

Nel momento in cui andrai a riguardarti dall’esterno potrai notare moti più particolari, vedere esattamente come il tuo corpo comunica con il modo quando stai cantando, notare i punti in cui è contratto, chiuso, rigido e potrai quindi identificare e lavorare più facilmente su questi aspetti.

3. Tieni a mente tutti i suggerimenti del tuo coach

Verifica se effettivamente stai mettendo in pratica tutti i suggerimenti e le indicazioni che ti ha fornito il tuo coach. Molto spesso, dopo una lezione, può capitare che ci passino di mente i vari dettagli, quindi ricordati sempre di segnarti su carta o quant’altro tutto ciò che può esserti utile per il tuo allenamento a casa.

Solitamente con i miei allievi registro sempre la lezione (sia in presenza che online), perché, come ti spiegavo precedentemente, oltre ad essere molto utile per monitorare la tua esecuzione, ti permetterà di riascoltare tutte le indicazioni del tuo insegnante.

Ti consiglio di creare un file nel computer in cui raccogliere tutte le lezioni svolte in modo tale da poterle riascoltare ogni qualvolta ne sentirai la necessità, inoltre cerca di trascrivere su un quaderno fisico o virtuale tutti i dettagli che potranno esserti utili per il tuo allenamento quotidiano, in questo modo li avrai sempre a portata di mano.

4. Mantieni il giusto mindset!

Non scoraggiarti e abbi pazienza! Spesso servono molti tentativi per trovare la modalità giusta per eseguire un esercizio o un passaggio di un brano.

Il segreto? La costanza e l’allenamento quotidiano.

Definire e impostare il giusto mindset potrà aiutarti ad uscire dai momenti critici e a liberare la tua voce! 

Il mindset non è altro che il tuo atteggiamento mentale nei confronti di situazioni o cose, il pensiero che ti spinge a compiere o a non compiere determinate azioni per ottenere un qualsivoglia risultato. In parole povere è il modo in cui ti poni, nei confronti di un nuovo percorso, di un esercizio, di un nuovo brano, come affronti mentalmente un concerto o un evento importante, ecc.

Quindi cambiare il tuo pensiero/punto di vista nei confronti anche di un blocco ti porterà ad agire in modo più focalizzato e ti permetterà di raggiungere il tuo obiettivo con maggior facilità. Potrai approdare verso mete importanti per la tua vita o carriera (superare un provino, ottenere un nuovo ingaggio, completare un percorso di formazione, ecc.), oppure verso obiettivi più piccoli (imparare un brano, risolverne un passaggio, acquisire una nuova competenza tecnica o musicale ecc.).

Diciamo che lo scopo è quello di rendere il tuo mindset forte e “performante” per ottenere dei risultati che siano confacenti alle tue aspettative. La cosa bella è che, una volta fatto questo, ti renderai conto che questo tuo nuovo modo di pensare si ripercuoterà positivamente in tutte le aree della tua vita, e non solo nella musica!

Sicuramente per procedere verso questa direzione avrai bisogno di qualcuno che ti dia i giusti stimoli, e i giusti suggerimenti per poi poter compiere tutte quelle azioni che ti porteranno a risolvere i blocchi o a raggiungere un determinato traguardo (grande o piccolo che sia).

E qui ti rimando al punto n°5!

5. Affidati al tuo coach

Chiedi aiuto al tuo insegnante. Non tenere per te dubbi, perplessità e frustrazioni ma cerca di parlane il più possibile! 

Ti sarà capitato almeno una volta di trovarti di fronte ad alcune difficoltà durante lo studio di una canzone, provando un vocalizzo o un esercizio. L’impulso iniziale è quello di provare a gestire il problema in autonomia, vuoi per orgoglio personale, vuoi per paura di risultare “inadeguatə” nel chiedere aiuto. 

Ma questo ti condurrà solamente all’interno di un circolo vizioso facendoti sentire sopraffattə ma soprattutto demotivatə  a continuare con il tuo percorso. Sono proprio questi i momenti in cui il tuo mindset dev’essere incrollabile! E sono proprio questi i momenti in cui il tuo coach dev’essere lì a supportati con consigli mirati e motivazionali.

Quindi, metti da parte tutte le tue perplessità e inizia a prendere l’abitudine di segnare per iscritto tutto ciò che ti crea difficoltà, tutti i tuoi dubbi su qualsivoglia brano o esercizio. Dopo di ché parlane direttamente con tuo coach durante la prossima lezione. 

Bene! Spero di esserti stata utile e se ti viene in mente qualche altra domanda da farmi su questo argomento o su altre tematiche fammelo sapere nei commenti 😉👍🏻

Se vuoi iniziare un percorso per scoprire la tua voce e le sue potenzialità dai un’occhiata a questa pagina e, se ti va, prenota una call conoscitiva gratuita 😊

Mi trovi anche sui social!

Seguimi per non perderti tutti i miei contenuti sul canto e non solo!

Lascia qui il tuo commento